Feb
03

ALL'ALPINO GIORDANO ZORZI L'ONORIFICENZA OMRI.
Stampa

L'alpino Giordano Zorzi, socio della nostra Sezione e per molti anni capogruppo a San Pietro al Natisone, il 24 gennaio è stato insignito, presso il palazzo della Provincia di Udine, dell'onorificenza Omri (Ordine al merito della Repubblica Italiana) per essersi distinto in particolare nel campo artistico.

Nato nel luglio del 1938 a Campoformido da una famiglia dalle modeste condizioni economiche, Giordano Zorzi trascorse un'infanzia resa particolarmente difficile dagli eventi bellici, dalla miseria che ne seguì e da una salute cagionevole che lo costrinse a rimanere chiuso in camera, in completa solitudine, per molto tempo. Fu proprio allora che durante questi momenti di ozio forzato, Zorzi iniziò a sviluppare la sua immaginazione che, insieme ad un'innata curiosità e ad una naturale vena artistica, lo portò a diventare più avanti un artista capace di far emergere da argilla, legno, marmo e granito opere che raffigurano le miserie e le depravazioni della vita.

Dal 1957 al 2001 trascorse la sua vita in Svizzera, con una parentesi di 18 mesi in cui rientrò in Italia per assolvere al servizio militare che prestò nell' 11° raggruppamento della Julia. Nonostante gli impegni di lavoro e famiglia e la fattiva partecipazione in varie associazioni, Zorzi trovò sempre il tempo e il modo per coltivare la sua vocazione per la pittura e la scultura, sempre da classico autodidatta.

Nel 2001 tornò nell'amata Italia e precisamente a San Pietro al Natisone , porta delle Valli del Natisone che tanto ricordano il carattere semplice, sincero e selvaggio di Zorzi. Ed è qui che l'artista vive ancora oggi in una bella villa stile liberty con la moglie Gina sposata 54 anni fa e cura una bella galleria personale fatta di opere che descrivono negatività e debolezze umane e che vogliono essere non solo un monito, ma anche un incoraggiamento ai giovani e meno giovani con il messaggio che un esistenza corretta può portare gioia, serenità d'animo e può far assaporare i veri valori della vita. Le sue opere sono state oggetto di innumerevoli premi ed esposizioni nazionali ed internazionali.

L'importante onorificenza è stata festeggiata con un brindisi presso la galleria di Zorzi a San Pietro al Natisone con la partecipazione di alcuni alpini, del presidente dell'UNCI di Udine (Unione Nazionale Cavalieri d'Italia) Grand'Uff Carlo Del Vecchio, il sindaco di San Pietro Mariano Zufferli con l'assessore Tiziano Manzini, del sindaco di Pulfero Camillo Melissa e del consigliere sezionale Ufficiale Cruciano Bulfamante, anch'egli insignito dell'onorificenza Omri per l'impegno in campo associativo. E' un onore per l'itera famiglia alpina cividalese annoverare tra le sue fila un alpino che ha saputo lasciare un segno e che ancora oggi, alla soglia degli ottanta a anni, non smette di coltivare la sua vocazione.

. Posted in 2017