Il vessillo - Il Cividale nella Campagna di Grecia
Stampa
PDF

Indice
Il vessillo
Il Cividale nella Campagna di Grecia
Il Cividale in Russia
Tutte le pagine

Il Cividale nella Campagna di Grecia
(28 ottobre 1940-marzo 1942)

Il battaglione Cividale fu inviato ad occupare l'Albania nordorientale (zona di Kukes) nell'aprile 1939, inquadrato nell'8° reggimento Alpini della Divisione Julia.
Nella tarda estate del 1940 il Cividale fu spostato verso il confine greco per partecipare alla Campagna contro Grecia.
Il 28 ottobre il Cvidale attaccò la Grecia partendo dal cippo 8 e 9 nella zona di Erseke; il 1 novembre arrivò a Samarina ed il giorno 3 novembre raggiunse l'abitato di Vovusa, massima penetrazione italiana nelle aspre montagne del Pindo.
In seguito al quasi totale accerchiamento dell'intera Divisione Julia il Cividale fu costretto a ritirarsi per la vallata dell'Aoos sostenendo duri scontri nella zona di Pades l'8 e il 9 novembre.
Messosi in salvo a Konitsa fu fatto arretrare in Albania per riordinare i reparti, ma il 17 novembre fu riportato in linea nella zona del Ponte di Perati dove si distinse nella difesa del ponte stesso fino al 22 novembre.
In seguito all'arretramento del fronte in territorio albanese il Cividale si sistemò a difesa nella conca di Frasheri ed ai primi di dicembre fu fatto arretrare sul mali Topjanit dove si difese disperatamente fino all'8 gennaio 1941. In seguito ad un ulteriore arretramento del sistema difensivo italiano il Cividale fu costretto a ripiegare per tutto il mese di gennaio fino a quando, ridotto a soli 70 uomini, fu ritirato dal fronte il 25 gennaio e mandato a riposo a Mavrova nei pressi di Valona.
Ricostituito il battaglione con i complementi il 19 febbraio il cividale ricevette l'ordine di entrare in linea sul Golico occupando il costone di Pesclani. Il 28 febbraio sostenne un duro combattimento dove trovò la morte il sottotenente Giacomo Brunengo, M.O.V.M. L'8 marzo, il Cividale quasi circondato, fu costretto a spostarsi sotto la quota 1143 del Golico che il battaglione attaccò il 15, il 18 ed il 24 marzo subendo perdite spaventose.
Il 16 aprile il Cividale scese dal Golico ed in seguito alle cessate ostilità con la Grecia avanzò in territorio greco fino a Gianina dove vi rimase di presidio fino all'agosto.
Nell'agosto 1941 il Cividale fu mandato a presidiare il passo di Metzovo e verso la fine del mese fu inviato nella zona di Lutraki sul Canale di Corinto fino al mese di marzo del 1942 quando rimpatriò per essere impiegato sul fronte russo.

Guido Aviani Fulvio



. Posted in La sezione

windows live messenger
limewire indir