Il vessillo
Stampa
PDF

Indice
Il vessillo
Il Cividale nella Campagna di Grecia
Il Cividale in Russia
Tutte le pagine
vessillo
  • MEDAGLIA D’ORO AL VALOR MILITARE Caporale LESA SEVERINO

    con la seguente motivazione:

    “Comandato a portare munizioni in linea, si prodigava senza sosta per assicurare il rifornimento fino alle postazioni più avanzate. In una di queste, vista una mitragliatrice priva di serventi, impugnava decisamente l’arma e, con tiro calmo e preciso, contribuiva efficacemente ad arrestare ed infrangere un violento attacco nemico. Ferito una prima volta continuava il fuoco fino a totale esaurimento delle munizioni. Colpito nuovamente da una scheggia di granata, che gli staccava quasi completamente una gamba, ai compagni che volevano allontanarlo, opponeva rifiuto esortandoli a non occuparsi di lui.
    Con sovrumano stoicismo, quasi a dimostrare loro la sua fede e ad infondere coraggio, con una roncola si amputava l’arto.
    Mentre stava per spirare, trovava ancora la forza, con l’animo sereno e sempre proteso alla lotta, di incitare i compagni a resistere agli attacchi del nemico."

    Guri i Topit (Fronte greco) 11/12 febbraio 1941.

  • MEDAGLIA D’ORO AL MERITO CIVILE

    con la seguente motivazione:

    “Associazione di soldati della montagna in congedo, in cinquantasette anni di feconda attività ha posto in luce le nobili tradizioni delle truppe alpine, indirizzando la propria azione verso obbiettivi di fraterna concordia, di rispetto delle Istituzioni e di amor di Patria.
    Sempre presente là dove le necessità delle genti montanare o le improvvise sciagure ne richiedevano l’aiuto, ha impegnato numerosissimi suoi Soci nelle operazioni di immediato soccorso alle popolazioni colpite dal rovinoso terremoto del Friuli, mobilitandoli successivamente, tra enormi difficoltà e perigli, nell’umanissima e meritoria opera di assistenza e ricostruzione. Gli alpini in congedo, che nella circostanza hanno dato un contributo di sangue per alleviare le sofferenze delle comunità terremotate si sono ancora una volta rivelati in possesso delle elette doti di solidarietà e di generosa abnegazione, riscuotendo l’ammirazione e la gratitudine più ampie della Nazione."

    (maggio-settembre 1976).

  • MEDAGLIA D’ORO AL MERITO CIVILE

    con la seguente motivazione:

    “In occasione della violenta alluvione abbattutasi su Piemonte ed Emilia Romagna, che causava vittime ed ingentissimi danni, l’Associazione Nazionale Alpini, dando prova ancora una volta di elevatissima professionalità, di encomiabile spirito di sacrificio e di incondizionato impegno, interveniva con uomini e mezzi in soccorso delle popolazioni colpite e, prodigandosi con immediatezza, efficace sensibilità in una generosa ed instancabile opera di solidarietà, contribuiva a garantire il graduale ritorno alla normalità."

    (novembre 1994).

  • MEDAGLIA DI BRONZO AL MERITO CIVILE

    con la seguente motivazione:

    “In occasione di gravi calamità abbattutesi in Valtellina ed in Armenia, interveniva con uomini e mezzi nelle zone del disastro, offrendo il proprio contributo generoso ed instancabile in favore delle popolazioni colpite."

    (dicembre 1989).



. Posted in La sezione

windows live messenger
limewire indir