Indice
Ziracco: Conferenze 2011
La vita religiosa nel Friuli dall'unità d'Italia al primo conflitto mondiale.
La toponomastica in Friuli a partire dall'unità d'Italia.
Risorgimento e unità d'Italia: i diversi punti di vista che dalla storia conducono alla contestualizzazione contemporanea
Tutte le pagine

Data: 05/03/2011
Relatore: Ermanno Dentesano
Titolo: La toponomastica in Friuli a partire dall'unità d'Italia.
Luogo: Sala della Cooperativa - Via Cividale, 2 - Ziracco doi Remanzacco (UD)

Riassunto: Dall'inizio dell'Ottocento vi fu una profonda modificazione  nell'iter di creazione dei toponimi. Alla genesi spontanea si sostituì bruscamente la denominazione artificiosa, specialmente nei nomi delle vie e delle piazze urbane. In questo campo influirono, e influiscono tutt'ora, le pulsioni e le tendenze del momento. Così, per l'intero periodo risorgimentale si diede largo spazio ai richiami romantico-nazionalisti.
Altro campo in cui l'unificazione dell'Italia ebbe largo spazio fu la ridenominazione di comuni e paesi, sopratutto per evitare le omonimie che erano state riscontrate.

Il relatore Ermanno Dentesano è nato a Gonars nel 1949 e da sempre si dedica allo studio della cultura friulana con particolare attenzione alla toponomastica storica.
La sua vita professionale lo ha visto impegnato al servizio dell’Esercito Italiano nel corpo degli Alpini, per il quale ha prestato servizio in Alto Adige (San Candido e Monguelfo) e in Friuli (Tolmezzo, Codroipo, Udine, Vacile) e dal quale si è congedato nel gennaio 2003 con il grado di colonnello.
La sua attività culturale si è concretizzata in numerose pubblicazioni e si è concentrata soprattutto sulla toponomastica friulana, Tale indirizzo di ricerca lo ha portato a completare, assieme a Barbara Cinausero, un corposo dizionario di toponomastica del Friuli storico e della provincia di Trieste (in corso di pubblicazione).
La passione per gli studi storici e quella per la bibliografia e la biblioteconomia lo hanno condotto alla direzione della Biblioteca Storica della Brigata Alpina Julia, attività che lo impegna da cinque anni.
Attualmente è anche Coordinatore Regionale per la Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini e in tale veste ha operato per otto mesi in Abruzzo, in seguito al sisma che ha colpito quella regione.
In tempi recenti, assieme all’ingegner Sergio Silvestri, ha esaminato alcuni aspetti storici e tecnici relativi alle strutture del Vallo Alpino del Littorio.

Scarica il documento ...



. Posted in Ziracco

windows live messenger
limewire indir